Unicredit Italia ha deciso di chiudere i suoi canali su alcuni social network.

L’annuncio di UniCredit sulla pagina Facebook

“Valorizzare i canali digitali proprietari per garantire un dialogo riservato e di alta qualità. In linea con questo impegno, UniCredit annuncia che a partire dal 1° giugno non sarà più su Facebook, Messenger e Instagram”.

Cosa sta succedendo a Facebook

Non sono state fornite subito spiegazioni ufficiali intorno alle dinamiche che hanno portato alla decisione di abbandonare alcune delle piattaforme più popolari, ma su alcune pagine del sito di UniCredit il logo Facebook non compare tra gli altri.

Da alcune risposte generate dai commenti degli utenti alla notizia, sappiamo che rimarranno attivi i canali di Twitter e LinkedIn.

Abbiamo raggiunto e chiesto una dichiarazione ad UniCredit, che ci ha fatto sapere: “UniCredit ha annunciato la decisione di abbandonare completamente i profili su Facebook e sugli altri social media di proprietà di Facebook (Messenger e Instagram) a partire dall’1 giugno 2019. Questa decisione verrà estesa a tutti i Paesi in cui UniCredit è presente con 26 milioni di clienti. L’annuncio fa seguito alla sospensione degli investimenti pubblicitari su Facebook avvenuta a partire da Marzo 2018.

UniCredit ritiene che i canali di contatto presenti nelle piattaforme di proprietà, coordinati attraverso un modello di servizio che offre assistenza a 360 gradi, rappresentino la miglior modalità di fornire un servizio adeguato ai propri clienti. Per questa ragione UniCredit investe costantemente nel miglioramento dei canali digitali al fine di garantire un dialogo riservato e di alta qualità”. Ha poi concluso: “A livello di gruppo, UniCredit manterrà attivi i profili social su Twitter e LinkedIn, così come a livello Italia”.