Fare un bilancio di ciò che la ricerca annuale di CMI con MarketingProfs ha rivelato sullo stato del marketing dei contenuti B2B nel 2018 – e cosa puoi fare per concentrare i tuoi sforzi per il miglior ritorno.

Concentrati sulla costruzione di un pubblico

Attraverso tutti i verticali esaminati, la ricerca mostra un aumento di anno in anno della percentuale di esperti di marketing che concordano sul fatto che la loro organizzazione è focalizzata sulla costruzione di un pubblico indipendentemente dal livello generale di successo nel marketing dei contenuti.

E questa è una buona notizia, considerando l’approccio di marketing basato sul consenso ora richiesto dal GDPR e da altre leggi sulla privacy dei consumatori. Come ha recentemente scritto Robert Rose:

I dati forniti, piuttosto che essere scartati o raccolti involontariamente, sono semplicemente più preziosi come risorsa di marketing … Quindi è logico che fornire preziose esperienze basate sui contenuti in cui i dati vengono forniti volontariamente, fiduciosamente e attivamente non è solo il modo di conformarsi ma prosperare in questo nuovo ambiente aziendale.

Risultati immagini per How to improve your Content Marketing

CMI ha predicato questo messaggio per anni. Le persone che si registrano per ricevere i tuoi contenuti sono persone con cui ti è stata data l’opportunità di costruire una relazione.

Lo sviluppo del pubblico è un obiettivo chiave per il content marketing. Controlla come appaiono i tuoi numeri rispetto a un anno fa. Puoi legare la crescita degli abbonati direttamente alle singole iniziative di marketing dei contenuti? Hai un pubblico solido, quindi ti rivolgi alle persone giuste? (CMI offre molte informazioni interessanti sulle persone acquirente; dai un’occhiata al recente post di Robert per nuovi pensieri e raccomandazioni su questo argomento.)

Naturalmente, la qualità del tuo elenco di iscritti è importante quanto la quantità. Leggi questo post per considerazioni sul perché lo spurgo occasionale del tuo elenco può essere utile.

La qualità del tuo elenco di iscritti è importante quanto la quantità, afferma @LisaBeets.
Infine, valuta come viene nutrito il tuo pubblico una volta che si è abbonato ai tuoi contenuti. Sebbene il percorso dell’acquirente non sia mai lineare, assicurati che i tuoi abbonati ricevano un buon mix di contenuti costanti.

Uno dei modi principali per nutrire il pubblico è via email, fornito a una frequenza che non sopraffà i destinatari. Consulta i suggerimenti di Jodi Harris per valutare la frequenza e il contenuto delle tue e-mail. E assicurati di studiare le preziose lezioni che il panico GDPR ha insegnato su come comunicare con il tuo pubblico.

Migliorare la creazione di contenuti per aumentare il successo complessivo

Gli intervistati del nostro ottavo sondaggio annuale sul marketing dei contenuti hanno citato la “creazione di contenuti” (ad es. Qualità più elevata, più efficiente) come il principale contributo all’aumento del successo del marketing dei contenuti rispetto all’anno precedente. Il fattore di successo n. 2 era la strategia di marketing dei contenuti (sviluppo o adeguamento).

Come puoi usare questa intuizione
Valuta l’integrità della tua macchina per la pianificazione e la creazione di contenuti. Le idee fluiscono e vengono catturate? Se sei bloccato, dai un’occhiata a queste idee per interrompere un crollo creativo.

Gli argomenti sono organizzati in un calendario editoriale? Se hai bisogno di spingere il tuo oltre un foglio di calcolo di base, cerca idee qui. Hai abbastanza risorse (talento e budget)?

Per un quadro più ampio di come creare contenuti ben scritti e portare i tuoi contenuti a livelli di successo maggiori, dai un’occhiata a questo articolo completo sulle road map.

L’altra parte del miglioramento della creazione di contenuti è lo sviluppo di una produzione di contenuti più efficiente. Nella maggior parte dei casi, è possibile migliorare l’efficienza utilizzando processi di lavoro sensibili. In effetti, una delle differenze chiave che la nostra ricerca ha riscontrato tra i marketer di contenuti più performanti e i loro colleghi di minor successo è che i top performer hanno una migliore gestione del loro flusso di lavoro (il 70% dei marketer B2B con le migliori performance ha valutato il proprio flusso come eccellente o molto buono, rispetto al 36% del campione totale e al 14% dei meno riusciti).

Le metriche che dimostrano chiaramente impatto o risultati positivi attirano l’attenzione dell’alta direzione e dovrebbero rafforzare o consolidare il loro impegno nel marketing dei contenuti. Per suggerimenti su come misurare e monitorare il rendimento dei tuoi contenuti, consulta questo articolo di Jodi. Per esplorare un nuovo modello per il calcolo del valore di un abbonato, questo articolo di Robert è assolutamente da leggere.

Se l’impegno non è forte nella tua organizzazione, chiedi perché. Con chi puoi parlare per cambiarlo? Consulta la nostra guida aggiornata su come ottenere il buy-in per il content marketing.