Negli ultimi cinque anni, una posizione che una volta era trascurata da molte aziende è diventata uno dei ruoli di marketing più importanti in qualsiasi azienda.

Stiamo parlando, ovviamente, del ruolo del gestore dei social media.

Con l’85% dei consumatori attivi sui social media e il 58% degli utenti dei social media che seguono almeno un marchio, il social media marketing non è mai stato così importante per aziende e marchi di qualsiasi dimensione.

Come ogni ruolo di senior marketing, un buon gestore di social media ha bisogno di una raccolta diversificata di competenze e caratteristiche per consentire loro di identificare opportunità, creare contenuti coinvolgenti e convertire quanti più follower possibile in clienti fedeli e motivati.

Di seguito, abbiamo elencato cinque competenze essenziali che qualsiasi gestore di social media di successo dovrebbe essere in grado di portare al tavolo.

Se sei un imprenditore o un dirigente che mira ad assumere un gestore di social media, considera le cinque competenze sotto una lista di controllo per i candidati. Se sei interessato a diventare un gestore di social media, prendi nota di queste competenze e rendile prioritario svilupparle mentre cerchi opportunità.

Creatività:

Migliore è la tua copia, più facile è impegnarti e connetterti con i tuoi seguaci. Di conseguenza, la capacità di scrivere copie accattivanti ed efficaci è probabilmente l’abilità più preziosa che qualsiasi gestore di social media possa possedere. La creatività, in particolare quella di essere in grado di scoprire nuove opportunità e agire su di esse al di fuori delle tradizionali “regole” del marketing, è un’abilità immensamente preziosa per qualsiasi gestore di social media.

Molte persone credono che la creatività sia un tratto di personalità con cui sei nato con o senza. La maggior parte degli studi scientifici dipinge il quadro opposto: la creatività è un’abilità che le persone possono sviluppare e rafforzare o trascurare e indebolire.

Alla fine degli anni ’60, l’esperto di creatività Dr George Land ha condotto una serie di test di creatività volti ad aiutare la NASA a selezionare ingegneri e scienziati con approcci creativi alla risoluzione dei problemi.

I test sono stati eseguiti su bambini a cinque anni, quindi sono stati nuovamente sottoposti a registrazione quando gli stessi bambini compivano 10 e 15 anni. Anche il dott. Land ha effettuato il test sugli adulti.

I risultati dei test del dott. Land sono interessanti. Ha scoperto che i bambini di cinque anni hanno ottenuto un punteggio di creatività medio del 98%. All’età di 10 anni, il punteggio è sceso al 30%. All’età di 15 anni, il punteggio era solo del 12%. Infine, il punteggio medio della creatività per gli adulti è stato incredibilmente basso del due percento.

Attraverso i test, Land ha concluso che “si impara un comportamento non creativo” – che la maggior parte delle persone adotta un approccio non creativo ai problemi non a causa dell’incapacità di essere creativi, ma perché non hanno sviluppato le proprie capacità creative.

Una breve occhiata alle campagne di maggior successo dei social media mostra che la creatività, in particolare dal punto di vista del provare cose che altri marketer normalmente non penserebbero, può ripagare sotto forma di una maggiore esposizione, copertura e interesse dei clienti.

La campagna “Epic Splits” di Volvo, che ha messo in mostra la tecnologia Dynamic Steering di Volvo utilizzando l’invecchiamento della star delle arti marziali Jean-Claude Van Damme e il suo marchio centrale, ha ottenuto quasi 90 milioni di visualizzazioni su YouTube.

I dati del sondaggio di Volvo mostrano che la campagna ha avuto un impatto positivo misurabile sia sulle vendite dell’azienda sia sul suo marchio. Dei clienti commerciali che hanno visto il contenuto di “Epic Split”, poco meno della metà ha dichiarato di avere maggiori probabilità di scegliere Volvo per il prossimo acquisto di camion.

Allo stesso modo, la altrettanto creativa ALS Association Ice Bucket Challenge ha generato donazioni per oltre 115 milioni di dollari adottando un approccio innovativo e creativo alla creazione della viralità dei social media.

Sebbene non sia necessario essere un genio creativo, un approccio creativo ai social media può aiutarti a creare contenuti che si distinguono dalla massa e che hanno un impatto misurabile positivo sui risultati.

The better your copy, the easier it is to engage and connect with your following. As a result, the ability to write engaging and effective copy is arguably the most valuable skill any social media manager can possess.

Copywriting

Migliore è la tua copia, più facile è impegnarti e connetterti con i tuoi seguaci. Di conseguenza, la capacità di scrivere copie accattivanti ed efficaci è probabilmente l’abilità più preziosa che qualsiasi gestore di social media possa possedere.

Migliore è la tua copia, più facile è impegnarti e connetterti con i tuoi seguaci. Di conseguenza, la capacità di scrivere copie accattivanti ed efficaci è probabilmente l’abilità più preziosa che qualsiasi gestore di social media possa possedere.

Un’ottima copia attira l’attenzione e attira le persone, incoraggiandole a godersi i contenuti e a fare clic sulla pagina di destinazione o sul sito Web.

Nel mondo dei social media pieno di distrazioni, le grandi capacità di copywriting sono ancora più preziose di quanto lo siano da una prospettiva di marketing generale.

Sebbene Twitter limiti i contenuti a 140 caratteri, i dati mostrano che i tweet più brevi con 70-100 caratteri hanno il tasso di coinvolgimento più elevato. È una storia simile su Facebook: i post con 40 caratteri ricevono un livello di coinvolgimento dell’86% superiore rispetto ai post più lunghi e dettagliati.

Essere in grado di ridurre al minimo il tuo messaggio e coinvolgere gli utenti senza sprecare parole è un’abilità preziosa, che può avere un impatto significativo sul tuo impegno, efficacia

The better your copy, the easier it is to engage and connect with your following. As a result, the ability to write engaging and effective copy is arguably the most valuable skill any social media manager can possess.

 

Design

Non è necessario essere un designer principale per essere un efficace gestore di social media, ma una forte comprensione del design – e, in particolare, la capacità di creare contenuti visivi che si distingue e sembra professionale – può aiutarti a gestire un più efficace e campagna coinvolgente.

I dati dello studio mostrano che i contenuti dei social media con molte immagini ricche e dettagliate superano i contenuti dei social media che sono pesanti sul testo ma leggeri sulle immagini.

Secondo BuzzSumo, i post sul blog e gli articoli con un’immagine ogni 75-100 parole ottengono il doppio delle condivisioni rispetto agli articoli con meno immagini. Oltre alla condivisibilità, le immagini hanno anche un impatto sulla possibilità che il tuo pubblico conservi i contenuti che condividi. I dati di Brain Rules mostrano che le persone ricordano circa il 65% di un messaggio quando è associato a un’immagine pertinente, rispetto al solo 10% senza.

Con la crescente popolarità dei video sui social media, le capacità di editing video sono anche una risorsa preziosa per un gestore di social media.

Le persone raramente si aspettano un design impeccabile su Facebook o Twitter, il che significa che non è necessario padroneggiare l’arte del design per il successo dei social media. Tuttavia, la capacità di creare rapidamente contenuti visivi che sembrano professionali è un’abilità seriamente preziosa per qualsiasi professionista dei social media.

The better your copy, the easier it is to engage and connect with your following. As a result, the ability to write engaging and effective copy is arguably the most valuable skill any social media manager can possess.