Quando abbiamo riportato il prezzo del Mac Pro base, agli utenti Apple è preso un colpo: 5.999$ + IVA per il modello base con processore Xeon a 8 core, 32GB di RAM, 256GB di SSD e scheda grafica AMD Radeon Pro 580X. A cui occorre aggiungere il costo del Pro Display XDR (altri 4.999$), senza dimenticare i 999$ per lo stand del monitor, ma anche tastiera Apple e Magic Mouse nero ovviamente non inclusi. In pratica, parliamo di 15.000€ ivati qui in Italia, e solo per l’entry level.

I prezzi dei tagli superiori non li conosciamo ancora, ma sappiamo che il modello di punta supporterà processori Intel Xeon W fino a 28 core, una quantità di RAM spropositata (1.5TB), 4TB di SSD e fino a 4 AMD Radeon Pro Vega II Duo GPU. Sulla base di queste informazioni, qualcuno ha fatto i conti della serva, e indovinate cosa è emerso? Che il modello di punta col massimo delle specifiche arriverà a costare tranquillamente oltre i 50.000€ tutto incluso qui da noi.

Prima di inorridire, però, tenete a mente che il nuovo Mac Pro non è un computer consumer destinato a noi comuni mortali: è una workstation per professionisti di alto profilo. Tant’è che, se tentate di configurare una macchina simile sui siti di HP e Dell, ottenete prezzi analoghi se non superiori. Per un Dell Precision 7920 Tower top di gamma, per dire, si arriva a superare i 100.000€

Nel corso del keynote di apertura della WWDC, oltre alle nuove release di iOS, iPadOS, tvOS e watchOS, è stata annunciata anche la versione 10.15 Catalina di macOS e con lei anche il nuovo Mac PRO 2019, una workstation dedicata ad un utenza professionale.

Un “ritorno al passato” per Apple che, ammettendo evidentemente il passo falso fatto con il modello a cilindro ancora sul mercato, praticamente impossibile da espandere, ha deciso di adottare nuovamente un case modulare più classico, realizzato in acciaio inossidabile con telaio in alluminio, decisamente ispirato ai “PRO” che hanno contribuito al successo della società di Cupertino.

Le caratteristiche le conosciamo: processori Intel Core fino allo Xeon W con 28 Core, fino a 1,5 TB di RAM, otto slot di espansione PCI Express, storage fino a 4TB con 2 SSD da 2TB e comparto grafico che parte da una Radeon Pro 580X base per arrivare ad una Radeon Pro Vega II Duo (due schede video Vega II per un totale di 28 teraflops e 64GB di memoria).

Prestazioni grafiche già di altissimo livello che possono ulteriormente raddoppiare utilizzando i due moduli MDX che permettono l’installazione di due Radeon Pro Vega II Duo.

Di questo Mac Pro sappiamo anche che arriverà in autunno, ma quello che non conosciamo nel dettaglio è il prezzo. O meglio, sappiamo il prezzo di partenza, 5.999 dollari, ma non sappiamo fino a dove è possibile arrivare. Partiamo comunque da un presupposto che abbiamo chiaramente sottolineato in apertura: si tratta di una workstation dedicata ad utenze professionali che non hanno quasi certamente problemi di budget.