Chi volesse provare il servizio erogato da Netflix prima eventualmente di aderire all’offerta da oggi in Italia non potrà più farlo. La società ha infatti eliminato dal nostro Paese la possibilità di effettuare una prova gratuita della durata di un mese. Da oggi dunque si può solo decidere di aderire a uno dei tre piani previsti.
Base da 7,99 euro al mese
Standard da 10,99 euro al mese
Premium da 13,99 euro al mese.

La situazione appare ancora un po’ confusa, perché se nelle condizioni di utilizzo appare ancora un paragrafo dedicato alla prova gratuita, nel centro assistenza troviamo invece una comunicazione che dice: “Attualmente la prova gratuita non è disponibile nel tuo paese. Per iniziare l’abbonamento, vai su Netflix.com, scegli un piano e un metodo di pagamento, inserisci il tuo indirizzo email, imposta una password e inizia a guardare quello che vuoi”.

Netflix non fornisce però alcuna spiegazione riguardo alla decisione. Sappiamo soltanto che anche in Spagna tale opzione è stata eliminata già da alcuni giorni, mentre gli utenti di Regno Unito, Germania e Francia possono ancora testare gratuitamente il servizio per un mese. Si potrebbe pensare a una strategia commerciale: Netflix ormai è un servizio conosciuto anche da chi non lo utilizza e non c’è quindi più motivo di “pubblicizzarlo” tramite la prova gratuita. Il fatto però che quest’ultima sia ancora presente in altri Paesi europei non sembra confermare questa ipotesi.

Che si sia trattato della tendenza da parte di una fetta di utenti relativamente ampia ad “approfittarsi” della possibilità senza poi sottoscrivere realmente alcun tipo di abbonamento? Al momento ovviamente non è dato saperlo.