WhatApp down

Non si può fare a meno di aprire questa nuova Week in Social con la notizia della settimana! Ne abbiamo parlato diverse volte, mai come negli ultimi mesi il trio Instagram, WhatsApp e Facebook ha avuto così tanti problemi.

In particolare, dal pomeriggio di mercoledì fino a notte fonda (in Italia) il bug di WhatsApp ha fatto sì che nessuno potesse scaricare ed inviare sia foto che vocali. Insomma, un sogno divenuto realtà: non dover sentire audio che diventano a volte vere e proprie compilation.

È stato tramite Twitter che il social network ha fatto sapere che il problema non sussisteva più, nonostante avesse colpito tutti gli utenti a livello mondiale. Esatto, in Italia come in tutta Europa, passando per gli Stati Uniti e il Sud America gli hashtag #facebookdown, #instagramdown e #whatsappdown stavano scalando i trend di Twitter.

A quanto pare tutto ciò è accaduto durante un controllo di routine delle piattaforme. Dopo il blackout di marzo, ora a luglio, nonostante il caldo, abbiamo sudato freddo un po’ tutti.

Instagram Stories: nuovo sticker in arrivo

Le stories sono lo strumento di Instagram che più si trasforma e più si implementa. D’altronde il successo della piattaforma è stato proprio quell’acquisire dalla concorrente Snapchat la modalità contenuto volatile.

Dalle gif alla musica, dale lyrics ai quiz, le novità non mancano mai quando si parla di nuovi sticker. Come se non bastasse, un’altra funzionalità arriverà presto su tutte le app di Instagram. Che ne dite di chattare con chiunque in maniera ancora più veloce?

Il nuovo sticker chat consentirà di avviare conversazioni con gli amici direttamente dalla propria storia. Basta cliccarci su e il gioco è fatto. Sarà forse questo uno dei motivi per cui abbiamo detto bye bye a Direct?

Addio ai post miracolosi

Siamo in una fase di contrasto dei contenuti fake sì, ma ora accade qualcosa di più. Facebook e YouTube sembrano andare verso un’unica direzione: arriva infatti una restrizione nei confronti di tutti quei post che sponsorizzano rimedi miracolosi e cure qualunquiste senza alcuna conferma di efficacia scientifica.

A darne la notizia proprio Travis Yeh, Product Manager di Facebook: in questo senso è cambiato l’algoritmo che riguarda la promozione di determinate notizie. Basta terapie e cure miracolose, una squadra di medici vagliarà la qualità.

Storie oscurate

Sembra una notizia fantasma, è il caso di dirlo, ma non lo è. In alcune zone del mondo, vi è la possibilità di oscurare i contenuti di Instagram nei confronti di alcuni paesi al mondo. Si può di accedere a questa funzione tramite le impostazioni dell’app, alla sezione Privacy sotto la voce Storia.

Ciao Tasto di Messenger

In fase sperimentale solo su alcuni profili, probabilmente non sarà veramente implementato. Pare però che alcuni profili di Facebook non abbiano più il tasto che conduce a Messenger. A cosa porterà questa scelta?

Sicuramente piattaforma e chat sono due aspetti che vanno in direzioni parallele seppur vicine. Ad ogni modo, se ciò è accaduto, un motivo (oscuro) ci sarà.