Tra pagine e profili chiusi perché diffondono odio, e il lancio di nuove feauture, negli ultimi giorni le piattaforme social si sono rincorse, hanno osservato le novità più popolari del vicino per farle proprie, hanno rivelato nuove funzioni.

E noi, come ogni settimana, per la nostra Week in Social, abbiamo setacciato la rete alla ricerca delle ultime novità.

Facebook toglie. Facebook dà

Dopo il polverone sollevato sui social a causa della chiusura delle pagine Facebook e dei profili Instagram legati alle due organizzazioni di estrema destra CasaPound e Forza Nuova, oltre a quelle di alcuni esponenti dei due partiti, la piattaforma di Mark Zuckerberg continua a far parlare di sé in merito ad alcune novità introdotte o in fase di test.

Ne sono un esempio le Multi-Contributor Stories e i Product Tags, pensate per i personaggi pubblici. Un modo per aumentare l’interazione ed entrare in contatto con più utenti.


In vista delle festività natalizie, Facebook sta anche testando due nuove tipologie di annunci, volte a semplificare il percorso di acquisto e mantenere gli utenti in-app, invece di indirizzarli su altri siti web.


E mentre i lavori per lanciare la piattaforma riservata alle notizieprocedono, questa settimana Facebook rilascia una dichiarazione che riguarda il modo in cui la piattaforma utilizza le informazioni sulla nostra localizzazione. La nota pubblica vuole solo tranquillizare gli utenti nei casi in cui vedano notifiche come questa:

Chiudiamo la sessione su Facebook con la nota sugli sfrozi che sta facendo per prevenire forme di autolesionismo. L’annuncio cade proprio in occasione della Giornata mondiale per la prevenzione del suicidio. Di certo, non è un problema che può essere risolto con l’aggiunta di qualche policy in più, ma il social assicura che sta facendo progressi significativi.

Instagram copia TikTok e lancia Clips

Questa new ti lascerà a bocca aperta. O forse no. A quanto pare, Instagramsta lavorando a un nuovo tool che replicherebbe le principali funzioni di TikTok.

Si chiamerà Clips e l’esperta di reverse engineering, Jane Manchun Wong, spiega che:

“Proprio come TikTok, Clips consentirà agli utenti di registrare segmenti di video in una video story. Proprio come TikTok, gli utenti potranno aggiungere la musica ai clip. Proprio come TikTok, gli utenti saranno in grado di regolare la velocità e il timer di ogni video”.

Sapevamo che questo momento sarebbe arrivato. Replicare, sulle proprie piattaforme, ciò che va di moda, è una tendenza ormai consolidata. Soprattutto da Facebook. Non è di certo la prima volta che mette in atto strategie del genere. La più celebre: aver copiato le stories di Snapchat.

Può non piacerti il modo in cui Facebook si approccia alle app concorrenti, ma funziona. Come reagirà TikTok?

Hai presente lo stiker di InstagramJoin Chat‘? Presto, ne vedrai una riproduzione tra i post di Facebook. Perché, come ha affermato Mark Zuckerberg: the future is private.

Twitter e la riorganizzazione delle immagini

L’avevamo preannunciato in una delle precedenti Week in Social. Ora la notizia è ufficiale: gli utenti di Twitter possono finalmente riorganizzare l’ordine delle immagini aggiunte ai tweet, semplicemente trascinandole.

Se è vero che un’immagine vale più di tante parole, è anche vero che l’ordine in cui appaiono fa la differenza.

Spotify approda su Snapchat

Ti piacerebbe poter condividere brani Spotify all’interno di Snapchat? Detto, fatto.

Il 9 settembre, sul sito di Spotify, l’app ha annunciato che presto gli utenti potranno condividere i brani musicali tramite Snap. Chissà se Snapchat si doterà anche di uno sticker musicale. Aspettiamo nuovi sviluppi.

Trova un esperto su LinkedIn

Chiudiamo la nostra Week in Social con la notizia relativa a una funzione a cui sta lavorando LinkedIn, per permettere agli utenti di connettersi più facilmente a freelance e non.

Una volta inserite le informazioni richieste dalla piattaforma, la tua ricerca ‘di aiuto’ apparirà nel feed, proprio come l‘Ask for Recommendations di Facebook.